Marialuisa Sponga

In Marialuisa Sponga la morbidezza del quilt si sposa con partizioni geometriche degli spazi. Una vocazione architettonica che si declina anche nelle sculture viaggio di Marialuisa Sponga, in opere contese dai musei e dalle maggiori esposizioni universali di fiber art.

MARIALUISA SPONGA – Ulisse non c’é

Nello spazio della società AZIMUT in Venezia 48, Milano, è aperta fino al 30 settembre la mostra  dedicata al tema del viaggio con grandi quilt polimaterici di Marialuisa Sponga.

MOSTRA SUL TEMA DEL VIAGGIO
Per info e visite guidate
Gabriella Anedi 3388196068
Per visite autonome prenotarsi
https://allevents.in/…/ulisse-non-cè-opere-m…/65374592145019

Nel percorso espositivo non si vedranno mai immagini mimetiche, “repliche” del reale ma una trasposizione analogica del mondo con la tecnica a lei più consona, il quilt. Su questi morbidi supporti si fissano i materiali più eterogenei per ricostruire tattilmente il mondo. Per giungere a questi risultati Marialuisa Sponga ha varcato la soglia della tradizione per entrare nell’ignoto della sperimentazione ma sempre riordinando e riconducendo il kaos al kosmos.
C’è in lei infatti una sorta di classicità nella sperimentazione che sorprende perché, pur partendo da materiali “poveri” ed eterogenei (cellophane, plastiche, metalli, fibre ottiche, fotocopie, specchi, celluloide, perspex, cortecce) approda a una costruzione serena e luminosa . A questo giunge nella dimensione temporale di un fare, lento e paziente, preciso e ostinato nel suo anelito alla luce . Nel video in mostra, realizzato in occasione del grande simposio internazionale di Graz dove lei era ospite , si vedono le sue mani operose scorrere tra strumenti e materiali sensibili e obbedienti all’immaginario che si va formando in una relazione continua tra corpo e mente.

Nella disciplina di una tecnica e nella pazienza dell’ascolto, i frammenti della realtà si ricompongono tra i basilari intrecci di ago e filo: straordinariamente, nelle sue mani, l’antico sapere è ancora capace di riordinare la materia e di restituirle bellezza, quella bellezza che lei ha sempre cercato e rivelato tra le trame opache dell’esistenza. Etico infine è stato il suo rapporto con la creazione. Mai autocompiaciuto, mai ripetitivo perché, come sosteneva Kant, ogni vero artista sa che “dell’arte fa parte solo ciò che, anche quando sia conosciuto perfettamente, non si ha ancora l’abilità per produrlo”.

In mostra opere sui viaggi in Australia e Stati Uniti

Marialiusa Sponga – un Viaggio tra Etica e Bellezza

Marialiusa Sponga – un Viaggio tra Etica e Bellezza

Inaugurazione venerdì 4 marzo ore 17.30

4-12 marzo 2016  Società Umanitaria, via San Barnaba 48, Milano

A cura di Gabriella Anedi, www.fiberartand.it

È un omaggio a Marialuisa Sponga e alla sua intensa attività nel campo della fiber art questa selezione di opere raggruppate sotto il segno del “viaggio”.  Se la sua vita è stata un percorso coerente e sistematico nel linguaggio e nelle tecniche, il viaggio è stato un aspetto ricorrente. Non è mai stata un’evasione ma una esplorazione visiva che, decantata, a distanza, si ricostruiva in un fare ordinato e imprevedibile.

Estranea a lei la restituzione mimetica, la memoria dei luoghi si  fonde con l’esperienza tattile dei materiali in u n procedere dove il caso ha la sua parte. Un’attività psichica quindi che proprio l’uso della materia aiuta a liberare ed esprimersi nelle forme scaturite da  un procedere sistematico.

In questi due opposti sta forse uno degli aspetti più interessanti del suo lavoro: un equilibrio raro di improvvisazione e metodo, di  intuizione lirica della realtà e di costruzione dell’opera secondo leggi intrinseche e rigorose.

Un metodo che si offre a molteplici letture e applicabile anche nella didattica o in quelle pratiche che, oltre che espressive, vogliono essere anche costruttive.

 

ORARI MOSTRA MARIALUISA SPONGA, un Viaggio tra Etica e Bellezza – SU APPUNTAMENTO telefonando al 3388196068 oppure Sabato 5  marzo  9,30-13 /  lunedi 7 marzo 17-19 / martedi 8 marzo 10-13 / mercoledi 9 marzo  14-18; Giovedi 10 marzo 15-18 /  venrdi 11 marzo 14-18 / sabato 12 marzo 9,30-13

MARIALUISA SPONGA

Vertigine Metropolitana n.1
Assemblage su tre strati, cuciture libere a macchina con filo trasparente e metallizzato. Cotone, poliestere, fili d’acciaio, rete di rame, PVC, rafia, tessuti manipolati e frammenti di filo. 175 x 95 cm
2014

MARIALUISA SPONGA

Agora… Dove inizia l’Avventura
2012

Pagina 1 di 512345